Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie ed eventi > AUTOMOBILE CLUB FOGGIA, NON È SOLO BOLLI: ECCO LE ATTIVITÀ IN (...)

AUTOMOBILE CLUB FOGGIA, NON È SOLO BOLLI: ECCO LE ATTIVITÀ IN PROGRAMMA

12.03.2024

L’Automobile Club Foggia, Ente pubblico non economico, con sede sociale in Foggia alla via Giulio de Petra 109, è dislocato su tutto il territorio provinciale avvalendosi di 11 delegazioni indirette e 5 Aci Point, è un Ente poliedrico caratterizzato da una miriade di interessi e attività che lo rendono un’eccezione nel contesto della pubblica amministrazione.

Per conoscerlo meglio e approfondirne le peculiarità ne parliamo con il suo rappresentante legale, il Presidente Raimondo Ursitti, che per impostare in un modo amichevole la conversazione ci ha tenuto a precisare Raimondo.

Presidente, è arrivato il momento di rappresentare in breve le funzioni dell’Ente e descriverne i tratti salienti. Cosa dice?

"L’Automobile Club d’Italia - ACI - è un Ente pubblico non economico senza scopo di lucro a base associativa. E’ la Federazione nazionale che associa gli Automobile Club provinciali e locali che operano sul territorio nazionale. E’ anche Federazione nazionale per lo sport automobilistico riconosciuta dalla Federation International de l’Automobile (FIA) e dal CONI. Gestisce inoltre, per conto dello Stato e di altre pubbliche amministrazioni, rilevanti servizi pubblici.

La sua mission istituzionale è quella di presidiare i molteplici versanti della mobilità con un costante impegno nella diffusione di una nuova cultura dell’automobile, incentrata sulla mobilità sicura e sostenibile e promossa sotto il profilo dell’educazione stradale, dell’assetto del territorio, del turismo e dello sport nel settore".

Addentriamoci meglio, cosa si intende per Federazione ACI?

"L’ACI è una Federazione che associa gli Automobile Club sul territorio (A.C.), i quali - anch’essi enti Pubblici autonomi a base associativa - perseguono le stesse finalità dell’ACI, svolgendo ogni attività utile alla valorizzazione e al sostegno ai soci e all’automotive in generale. Sia l’ACI che gli AC sono ricompresi tra gli enti preposti a servizi di pubblico interesse, ai sensi della L. 70/1975.

Nell’ambito della sua mission, la Federazione svolge anche importanti attività di studio e ricerca. In tal senso, la Fondazione Filippo Caracciolo opera con lo scopo di promuovere e incoraggiare gli studi e la ricerca scientifica sull’automobilismo, con particolare riferimento alla mobilità, alla sicurezza ed alla tutela dell’ambiente".

Passando adesso dal carattere generale allo specifico impegno dell’Automobile Club Foggia sul territorio e dividendolo per settori, come potrebbe sintetizzare la promozione dello sport automobilistico nel territorio di Foggia?

"Tanto per cominciare tengo a precisare che l’impegno dell’Automobile Club a livello provinciale si esprime condividendo l’importante lavoro della Federazione ACI per aver raggiunto un risultato storico eccezionale perchè l’Italia è l’unica nazione al mondo ad avere storicamente per la prima volta tre gare di validità mondiale, due Gran Premi nella stessa nazione ossia Monza ed Imola ed il Rally Italia Sardegna. Un riconoscimento che ci riempie di gioia ed orgoglio perchè certifica lo straordinario ruolo mondiale del motorsport italiano e l’autorevolezza dell’Automobile Club d’Italia.

L’impegno profuso dall’Ente in tale settore è in linea con quanto previsto dalle norme statutaria e sinteticamente si è tramutato nel sostenere un elenco cospicuo di eventi annuali motoristici quali Rally Porta del Gargano, Rally Costa del Gargano e Slalom città di Monte Sant’Angelo, in fattiva collaborazione con gli Amici delle scuderie locali Piloti Sipontini, Gargano Racing Team, New Jolly Motors e il gruppo fedele dei nostri ufficiali di gara. A questi si aggiungono gli eventi a marchio ACI Storico organizzati dall’Automobile Club Foggia.

Mi preme ricordare che il 20 aprile 2024 si terrà presso Palazzo Dogana in Foggia la cerimonia di Premiazione dei Vincitori del 34° Campionato ACI Sport 2023 con il coinvolgimento dei vertici centrali di ACI, in persona del suo Presidente Ing. Angelo Sticchi Damiani e Direttore Generale ACI Sport Dott. Marco Rogano, delle autorità locali ed esponenti internazionali, tra cui l’Automobile Club della Bosnia BIHAMK - Bosansko i Hercegovacki Auto Moto Klub, dal Montenegro - AMS CG - Auto Moto Savez Crne Gore e dall’Albania ACA - Auto Club of Albania, oltre all’esposizione di vetture di pregio storico sportivo/automobilistico quali:

ALF modello SIMPLEX del 1917, versione corsa da 14.500 cc 6 cilindri

LANCIA 037 Evo1, uno dei rari telai ufficiali del campionato mondiale rally vinto dalla lancia nel 1983, con a capo lo stratega D.S. Cesare Fiorio

Talbot ten sports del 1936, 1049 costruita in Inghilterra in soli 200 esemplari

Sarà presente anche il sette volte campione italiano di velocità in salita Lucio Peruggini, pilota foggiano, con la sua Ferrari 488 Challenge Evo, vincitrice dei campionati italiani velocità montagna 2022/2023".

Quindi, approfondisca meglio l’impegno a favore del mondo delle auto d’epoca.

"Il 5 giugno 2013 è stato costituito il Club ACI Storico con lo scopo di creare nell’ambito della Famiglia ACI, seppure attraverso un’Associazione autonoma ma strettamente collegata all’Ente, un nuovo punto di riferimento per appassionati e collezionisti di auto storiche.

Il Club ACI Storico vuole essere una casa comune in cui i Soci - persone che condividono l’amore per l’auto d’epoca come valore d’arte, tecnologia, design, ingegno e creatività di cui in Italia sono state scritte pagine epiche ed indimenticabili - possano condividere passioni, iniziative e, se necessario, battaglie per la difesa degli interessi dei veri appassionati e per la salvaguardia della storia dell’auto.

L’ACI, coerentemente con la propria missione statutaria ed istituzionale, ha intrapreso con decisione la strada dell’impegno a favore della salvaguardia del patrimonio storico automobilistico e dei veri collezionisti di auto d’epoca.

Con l’occasione preme rammentare le tappe di Foggia del format nazionale RUOTE NELLA STORIA (Monte Sant’Angelo del 19/09/2021, Manfredonia del 13/11/2022, Vico del Gargano del 17/09/2023), che si organizzano annualmente e che hanno lo scopo di valorizzare la cultura, il turismo e i prodotti eno gastronomici provinciali di competenza attraverso un percorso che permetterà di dare risalto a tali qualità del territorio scelto".

Nell’impegno profuso alla valorizzazione del territorio vuole evidenziare qualcosa?

"La domanda mi induce a riflettere perchè nulla di ciò che è stato fatto può essere di natura secondaria però posso sinceramente rappresentare che l’emozione ricevuta nella prima visita al Museo Storico dei Pompieri e della Croce Rossa Italiana di Manfredonia mi ha subito coinvolto con un impegno di struttura e personale per valorizzarne la validità museale e formativa al punto tale da inserirlo in gran parte delle nostre iniziative in tema di sicurezza stradale e automobilismo d’epoca contribuendo infine alla sua affiliazione al nostro Club ACI Storico".

Per quanto riguarda invece l’impegno dell’Automobile Club Foggia in tema di sicurezza stradale, cosa vuole evidenziare?

"Anche in questo caso ci terrei a precisare che l’impegno profuso a livello locale da parte dell’Automobile Club Foggia esprime quello attenzionato a 360 gradi dalla Federazione ACI nei confronti di tutti gli aspetti e settori della mobilità. Non ci dimentichiamo infatti, che la nostra Federazione comprende, Sara Assicurazioni e quindi tutto ciò che comporta la tutela assicurativa dell’automobilista, e non solo, ACI Blueteam per quanto riguarda la mobilità legata al turismo, oltre ai centri di eccellenza per la guida sicura di Lainate e Vallelunga che sono strutture tecnologicamente avanzate dedicate alla sicurezza stradale con cinque aree differenti per riprodurre fedelmente qualsiasi condizione di pericolo, senza dimenticare, tra l’altro, i servizi garantiti da ACI Global anche per il soccorso stradale.

L’Automobile Club, nel corso degli anni ed avvalendosi di format appositamente realizzati da ACI per consentire di intervenire nei vari settori della mobilità, ha curato e realizzato varie iniziative di formazione rivolte ai giovani in età di patente senza trascurare l’impegno delle scuole a 360 gradi nella certezza che l’educazione al rispetto delle regole debba essere curata fin dalle prime fasce di età.

Nello specifico mi preme evidenziare la proficua collaborazione in atto con il Coni ed il Rotary Club di Foggia per un’iniziativa di formazione in tema di mobilità e micromobilità sostenibile che vedrà coinvolto l’Automobile Club in un percorso itinerante di formazione nelle scuole aderenti all’iniziativa, già a partire dal mese di marzo 2024. L’intento dell’Automobile Club è quello di supportare l’educazione scolastica e delle generazioni in prossimità di patente ad acquisire una consapevolezza del rischio del mancato rispetto delle regole contro l’obsoleta formazione costruita e mirata al solo riconoscimento pratico del titolo di guida. Non a caso Ready2Go, la catena di scuole guida a marchio ACI, abbraccia tutti i settori della mobilità e la sua offerta formativa integra la didattica tradizionale, svolta sulla base delle disposizioni ministeriali, allo scopo di formare una nuova generazione di automobilisti con una spiccata cultura della sicurezza e della prevenzione, con particolare attenzione ai comportamenti scorretti che sono causa di incidenti (mancato rispetto delle norme ed esibizionismo), alle conseguenze sulla guida del consumo di alcool e sostante stupefacenti, alla conoscenza e gestione di situazioni particolari, anomale o pericolose e cosa fare in caso di guasto o incidente.

Riallacciandoci a quanto ha confermato in precedenza, cosa si intende per impegno di ACI a tutela dell’ambiente e quali sono le iniziative di particolare interesse?

"La Fondazione Filippo Caracciolo di ACI e la Fondazione Principe Alberto II di Monaco siglano un protocollo d’intesa per la collaborazione sinergica nel campo della mobilità e dei trasporti, finalizzata alla tutela dell’ambiente e alla promozione dello sviluppo sostenibile.

Entrambe le Fondazioni incardinano la propria attività al principio etico universale della tutela del pianeta e si impegnano a contribuire concretamente per la ricerca e l’implementazione di soluzioni che rendano la mobilità sempre più sostenibile, a vantaggio dell’ambiente, del clima, della natura e dell’uomo.

In relazione a questi aspetti, mi preme rammentare un progetto locale in tema di tutela dell’ambiente denominato ACINSPIAGGIA che, nato nel 2023, sarà foriero di future iniziative in tema di sostenibilità anche nel corso del 2024".

Prossimamente, quali sono i progetti in cui l’Ente sarà impegnato?

"Da una proficua collaborazione con il CONI Puglia e in qualità di Presidente del Comitato Regionale degli Automobile Club della Puglia, lo scorso anno abbiamo partecipato con proprio stand alla prestigiosa Fiera Expolevante di Bari e per quest’anno se ne prevede una seconda partecipazione".

In conclusione, come vede l’Automobile Club Foggia proiettato nel futuro?

In linea con quanto espresso, sono fiducioso che l’Ente possa adeguarsi sempre e comunque a favore dell’automobilismo locale cavalcando l’onda del progresso e cercando sempre e comunque di non trascurare i temi principali e salienti di un corretto utilizzo dell’auto".